venerdì 24 maggio 2013

Tortine alle carote ovvero le camille

Qualche giorno fa ho trovato qui la ricetta delle Camille, ma per una cosa o per un'altra ho accantonato l'idea... ma perchè poi? Avrei dovuto provarle prima, anzi, SUBITO! Come i pangoccioli, nemmeno queste sono lontane parenti delle originali: ovviamente sono molto più buone! hihihi


Servono:
3 uova
200 gr di zucchero a velo
un pizzico di sale
100 ml di succo d'arancia
80 ml di olio evo
250 gr di carote
200 gr di farina 00
100 gr di farina di mandorle
la buccia grattugiata di un arancio
1 bustina di lievito per dolci

Montiamo le uova con il pizzico di sale e lo zucchero a velo. Nel frattempo frulliamo nel mixer le carote con il succo d'arancia e l'olio. Setacciamo le farine con il lievito e quando le uova saranno chiare e spumose aggiungiamo il composto di carote e le farine, alternando.
Preriscaldiamo il forno a 170° e facciamo cuocere per una ventina di minuti (vale la prova stecchino).


Tralascio il "piccolo" intoppo degli stampini in silicone, che sono finiti direttamente nel sacco della plastica senza nemmeno essere lavati! Grrrrrrrrrrrr... ma per fortuna sono riuscita a salvare qualche tortina per le foto!


Non sono belle!? E della mia nuova alzatina che ne pensate!? L'ho presa da Euronova! Quante cose carine, utili e divertenti si trovano.... e pure idee introvabili! Sbirciate il catalogo on line e troverete sicuramente qualcosa che attirerà la vostra attenzione... 

Provate anche voi le Camille al più presto e non ve ne pentirete: i vostri bambini (anche quelli un pò più cresciutelli) ve le ruberanno da sotto al naso!!! Già vista questa scena ;-)

Baci

martedì 21 maggio 2013

Il pane che si credeva un croissant

Ieri cercando in rete qualche ricetta di pane etnico, la mia attenzione è stata attirata da questo post ed è stato amore a prima vista! Io e la sfoglia non andiamo assolutamente d'accordo, manca proprio il feeling, ma con questo pane (Katmer Pogaça) è tutta un'altra cosa: è straordinario e assolutamente versatile. In un battibaleno si trasforma in dolce e all'occorrenza in salato :-)

Così ho proposto la colazione ai miei cuccioli questa mattina...

Deliziosi ripieni di Nocciolata Rigoni

Vi serviranno:

500 gr di farina 00
15 gr di lievito di birra
200 ml di latte
100 ml di olio di semi
2 cucchiaini di zucchero 
2 cucchiaini di sale
1 uovo
50 gr di burro
50 ml di latte

Versate nell'impastatrice il lievito e lo zucchero e fateli sciogliere nel latte leggermente intiepidito. Aggiungete la farina e l'olio a filo e per ultimo il sale. Quando l'impasto si sarà compattato aggiungete l'albume e quando si sarà completamente assorbito trasferite il composto sul piano da lavoro e dividetelo in otto pezzi da cui ricaverete 8 palline (il mio era di 864 gr quindi ho fatto palline da 108 l'una). Fatele riposare per 15 minuti.
Intanto fate sciogliere il burro nel microonde.
Trascorso il tempo di riposo prendete la prima pallina e ricavatene un disco, mettetelo di lato, spennellatelo con il burro fuso e prendete la seconda pallina. Stendetela della stessa dimensione della prima e continuate alternando il burro fuso ai dischi di pasta.
Riprendete la vostra pila di dischi di pasta, capovolgetela sul piano di lavoro e con il mattarello iniziate dapprima a schiacciarla e poi a stenderla. Raggiunti circa i 25 cm di diametro, capovolgetela nuovamente e stendetela ancora fino a raddoppiarne le dimensioni.
A questo punto, con una rotella tagliapasta, dividete l'impasto in spicchi (io ne ho fatti 36).
Praticate un piccolo taglio verticale sulla base dei triangoli, allargate i due angoli verso l'esterno e arrotolate li su se stessi come si fa per i croissant.
Poneteli direttamente sulla teglia rivestita di carta forno, spennellateli con il latte ed il tuorlo e poi lasciateli lievitare fino al raddoppio.
Infornate a 200° per una quindicina di minuti e, una volta cotti, fateli raffreddare su una gratella.


Bellissimi e buonissimi con quel ripieno cremoso.... slurp!!!!

E questi!?


Avendo abbondato nelle quantità qualcuno l'ho congelato... chissà come potrei farcirli!!!
Accetto suggerimenti ;-)

Alla prossima!!!

venerdì 17 maggio 2013

Pane velocissimo alla birra

Ieri alle 15.30, in un momento un pò così, mi è venuta voglia di preparare il pane per la sera.... il tempo a mia disposizione non era proprio tanto, tenendo soprattutto conto che qui alle 19.00 si cena per non far andare a letto i pargoli col boccone ancora in gola! Eh si, i miei pupi sono super bravi, alle 21.00 sono sotto le coperte che ronfano beati.... BEATI LORO!!!! hihihi
Ma torniamo al mio pane supervelocissimo e supergustoso!


Avendo deciso di usare la birra nell'impasto, volevo aggiungere all'impasto una nota un pò "grezza" ed ho trovato in dispensa un sacchettino di cereali misti (orzo, farro, grano saraceno, miglio e riso). Quale modo migliore di mettere in funzione il mio robottino se non farci un pò' di farina?! Beh è stata un'idea davvero malsana hahahaah non tanto per la riuscita nell'impresa ma per il tempo che ci vuole, quindi raggiunti i 50 gr di farina ho dato quello che è rimasto al nostro piccolo sopravvissuto (un pulcino di germano) che ha decisamente apprezzato!

Quindi ho versato in una ciotola:

350 gr di farina 00
50 gr di farina 5 cereali
15 gr di sale (anche 8 possono bastare ma qui mi dicono che sono "bamba")
10 gr di lievito di birra
1 cucchiaino di malto
1 lattina di birra (33 cl)

Con l'aiuto di un leccapentole ho impastato tutti gli ingredienti, mescolando energicamente e cercando di renderlo il più omogeneo possibile, visto che risultava molto colloso.
Alle 16.20, quando non ho più visto grumi nell'impasto l'ho versato nello stampo in silicone da plum cake e l'ho messo a lievitare in forno alla minima temperatura (il mio arriva a 35°) coperto con pellicola.

Dopo un'oretta aveva già raggiunto il bordo ed ho dovuto togliere la pellicola.
Prima che trasbordasse, senza toccarlo dal suo posto, ho acceso il forno a 230° in modalità ventilato e l'ho fatto cuocere per 45 minuti.

Alle 19.05.....

In tavolaaaaa, è prontoooooooooooo


Ancora caldo è favoloso, con la crosta croccante e l'interno morbido morbido. Raffreddandosi però la crosta si ammorbidisce un pò, ma non è poi così grave!!

Al prossimo pane! :-)

mercoledì 15 maggio 2013

Torta al cocco

Domenica era la festa della mamma: la mia è speciale e l'unico modo che conosco per poterla ringraziare almeno in parte di quello che quotidianamente, da quasi 36 anni, fa per me era invitarla a pranzo e farle trovare una buona torta, pensata solo per lei!!!
Adora il cioccolato e già ve l'avevo detto qui, ma le piace un sacco anche il cocco: e già questa è un'ottima abbinata!! Il suo colore preferito il rosso ed il suo fiore... la rosa.
Ecco allora una soffice base al cocco (che ha pubblicato giusto il giorno prima la mia Deby), ripiena di una goduriosa crema al cioccolato, decorata con due roselline rosse... i suoi nipotini!!! <3 <3 <3


Per la torta al cocco (stampo da 24)

6 uova
250 gr di zucchero
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
300 gr di farina
120 gr di farina di cocco
200 ml di latte
100 ml di olio di semi
1 bustina di lievito

Preriscaldiamo il forno a 170°.
Montiamo le uova con lo zucchero e quando saranno ben gonfie e spumose aggiungiamo poco per volta, alternandoli, le farine e i liquidi.
Inforniamo per circa 50 minuti (vale la prova stecchino).

Per la crema al cioccolato:

500 ml di latte
50 gr di cacao amaro
120 gr di zucchero
25 gr di fecola di patate
25 gr di farina di riso

In una ciotola setacciamo il cacao, le farine e lo zucchero e poco per volta stemperiamo il latte. Quando il composto sarà liscio e senza grumi trasferiamolo in una pentola e facciamo addensare mescolando continuamente. Versiamo subito la crema in una pirofila di vetro e facciamo raffreddare a bagnomaria su acqua e ghiaccio.

Lo so, potevo impegnarmi un pochino di più, ma quello che conta è il pensiero, no?!!??!

Baci baci

martedì 14 maggio 2013

Plum cake salato

Che dite, ci siamo!? Sta benedetta primavera sta arrivando? Qui anche stamattina è uscito il sole, è frescolino ma almeno non piove... ma è meglio che lo dica sottovoce altrimenti quella maledetta mi sbuca di nuovo all'improvviso... ;-)

Oggi vi propongo un gustoso antipasto che, all'occorrenza, può trasformarsi in un piatto unico. Gustatelo tiepido o freddo! Qui vi avevo già fatto vedere una versione più leggera, ma se vi piacciono il formaggio e i funghi dovete assolutamente provarlo.


Ho usato uno stampo in silicone per plum cake e devo dire che il risultato è stato davvero eccezionale anche senza l'uso della carta forno. 

Serviranno:
2 uova
200 ml di latte
1 pizzico di sale
pane in cassetta
chiodini (vanno bene anche quelli in lattina)
formaggio Asiago dolce

Se usate un normale stampo da plum cake, bagnate e strizzate un foglio di carta forno abbastanza grande per richiudere il vostro cake e foderatelo.
Ricoprite poi il fondo e i bordi dello stampo con le fette di pane in cassetta imbevute di latte e uova, che avrete precedentemente sbattuto in una ciotola con il pizzico di sale, schiacciando bene e sovrapponendole leggermente. Compattate bene e poi versate sul fondo uno strato di chiodini, l'Asiago ed ancora chiodini.
Richiudete il cake con altre fette di pane premendo con forza (tranquille non sentirà male!) in modo da compattare al meglio e chiudendo gli eventuali buchetti che si potranno formare.
Infornate a 200° per almeno 20-25 minuti, controllando comunque la doratura del pane. Quando la crosta sarà bella croccante sarà pronto per essere spazzolato!!!

Buon appetito :-D

giovedì 9 maggio 2013

Focaccia coi fiocchi di patate

Ebbene si.... tra un po' infiocchetto pure me, dopo la focaccia coi fiocchi di latte oggi vi propongo questa ai fiocchi di patate, si proprio quelli... il preparato per purè in busta!!!


In dispensa ne ho sempre una confezione, perchè i miei piccoli mostri preferiscono quello liofilizzato a quello buono e sano preparato con le patate lessate e schiacciate!!! SACRILEGIOOOO!!!!
Eh vabbhè, mica tutte le ciambelle riescono con il buco, no!!?!? hihihi
Ad ogni modo, anche il mio maritino era un pò scettico quando mi ha visto mescolare i fiocchi di patate all'impasto, ma si è dovuto ricredere... sofficissima! Il gusto diverso ma comunque saporito rispetto a quella che faccio di solito, non ci ha fatto desistere dal divorarla, anzi.... ci siamo pure litigati l'ultimo pezzo!

Ho usato:
215 gr di farina 00
35 gr di fiocchi di patate
250 gr di farina manitoba
10 gr di lievito di birra
1 cucchiaino di malto di riso
330 ml di latte
15 gr di sale
4 cucchiai di olio evo

in più per l'emulsione:
4 cucchiai di olio evo 
4 cucchiai di acqua 
un pizzico di sale

Ieri ho rifatto l'impasto usando ICE (la mia impastatrice) perchè il medico ha detto che il mio polso deve stare a riposo quindi vietato impastare a mano :-( ed ora, col senno di poi, mi rendo conto di averle dato pure il nome giusto... In Case of Emergency!!! 


Nel boccale ho sbriciolato il lievito, ho aggiunto il malto, poco latte tiepido ed ho fatto sciogliere il tutto. L'ho coperto con un canovaccio per una decina di minuti per far attivare il lievito.
Poi ho azionato Ice versando tutte le farine ed il latte poco alla volta.
Quando l'impasto era ben incordato ho aggiunto il sale ed infine l'olio.
Ma non ho resistito ed ho dovuto dare qualche giro all'impasto con le mie mani per assicurarmi della consistenza ;-)
Ho fatto lievitare in una ciotola spennellata di olio per un'ora al caldo ma comunque lontano da correnti.
Ho poi diviso l'impasto in 11 pezzettoni, ho fatto le pieghe del secondo tipo, ho formato le palle e con i polpastrelli ho schiacciato le focaccine direttamente sulle placche del forno leggermente oliate.
Ho fatto lievitare nel forno alla minima temperatura (il mio al minimo arriva a 30°) per un'altra oretta, ho creato le fossette,e le ho cosparse di cipolla e olive più l'emulsione.
Ho rimesso le teglie in forno, l'ho acceso a 200° cucinando tutto per 30 minuti (tenete conto che avendo due teglie ed un comunissimo forno di casa, dopo 15 minuti ho dovuto invertire le teglie).

Strabuone!

Baci baci

Simona l'ha provata... guardate un pò qui!!! ;-)

sabato 4 maggio 2013

Pangoccioli

Avete mai mangiato i pangoccioli!? Beh, quelli non sono nemmeno lontanamente parenti di questi che sto per mostrarvi... Dimenticatevi di quelli comprati e fateli, daranno anche a voi un'enorme soddisfazione! Ovviamente la ricetta è di Paoletta, che ringrazio vivamente anche per il supporto :-)


Il procedimento è un pochino lungo e laborioso (soprattutto se come me decidete di farli a mano perchè con l'impastatrice non andate d'accordo) ma ne varrà sicuramente la pena!

Prepariamo gli ingredienti:
500 gr di farina (250 di 00 + 250 manitoba)
10 gr di lievito di birra
1 cucchiaino di malto
20+20+20+20 gr di zucchero
1 uovo 
1 tuorlo
10 gr di sale
25+25 gr di burro
15 gr di strutto
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
buccia grattugiata di un arancio (per me facoltativa)
150 gr di acqua
57+58 gr di latte intero
75 gr di gocce di cioccolato

Pronti?!!? Partenza... VIA...


Prepariamo il lievitino: in una ciotola sciogliamo nell'acqua tiepida il malto, il lievito e un paio di cucchiaiate di farina (presa dal totale), copriamo con uno strato di farina e copriamo con pellicola. Lasciamo riposare finchè in superficie non si saranno create delle crepe (dipende dal calore della stanza e dall'umidità ma almeno un'oretta).
Nel frattempo aromatizziamo i primi 25 gr di burro facendoli sfrigolare leggermente con la buccia grattugiata dell'arancia (io non avendola l'ho fatto con l'estratto di vaniglia) e mettiamo le gocce di cioccolato in freezer.
Riprendiamo il lievitino e con l'aiuto di una forchetta, incorporiamo 57 gr di latte, 20 gr di zucchero e la farina necessaria ad ottenere un composto abbastanza compatto.
Procediamo con il latte restante, i secondi 20 gr di zucchero, farina ed impastiamo.
A questo punto trasferiamo il composto sulla spianatoia leggermente infarinata ed incorporiamo l'albume, altri 20 gr di zucchero e la farina necessaria ad incordare l'impasto.
Continuiamo aggiungendo il tuorlo, gli ultimi 20 gr di zucchero ed altra farina. Incordiamo nuovamente.
Terminiamo la farina amalgamando il secondo tuorlo ed il sale.
Lavoriamo bene l'impasto aiutandoci comunque con qualche cucchiaio di farina in più: credo comunque di aver dovuto usare più farina del previsto a causa del calore delle mie mani che faceva letteralmente sciogliere l'impasto tra le dita.
Quando l'impasto sarà bello liscio e morbido aggiungiamo poco per volta, aspettando il completo assorbimento della prima quantità prima di aggiungere la successiva, il burro, il burro aromatizzato e lo strutto (se avete aromatizzato il burro con la buccia d'arancia, aggiungete ora l'estratto di vaniglia).
Abbiamo quasi finito....
Aggiungiamo le gocce di cioccolato e lavoriamo l'impasto cercando di distribuirle bene (se anche voi avete le mani bollenti come le mie, non indicate al cioccolato che si scioglie solo a sfiorarlo, vi consiglio di freddarle sotto il getto dell'acqua fredda!)
Formiamo una palla e mettiamo a lievitare in una ciotola coperta con pellicola fino al raddoppio.
Passato il tempo di lievitazione dividiamo l'impasto in pezzi (io ho fatto palline da 60 gr circa) e formate le palline. Siccome non riesco a  spiegarvi come formare le palline, vi posto il video di Paoletta


Disponiamo le palline ben distanziate sulla teglia precedentemente rivestita di carta forno, spennelliamo la superficie con tuorlo e latte, copriamo con pellicola e facciamo lievitare.
Inforniamo a 175° (regolatevi in base alle prestazioni del vostro forno) finchè non saranno belli dorati.

Vi assicuro che andranno a ruba!!!

Baci baci

venerdì 3 maggio 2013

Cestini e biscotti di frolla al cocco

E' arrivata l'estate, finalmente e con questo caldo la prima cosa che ti viene in mente è tuffarti in mare e mangiarti un bel pezzo di cocco.... 
Non sono impazzita, tranquille, la sto solo chiamando perchè l'aspetto con ansia da un pò! E so di non essere l'unica! Ed ho soprattutto voglia che questo inverno (in tutti i sensi in cui lo potete pensare) finisca, non ne posso davvero più!
Nella trepidante attesa ci siamo consolati con questi dolcetti davvero deliziosi: frolla al cocco, cioccolato fondente e ganache al ciocciolato bianco.... SLURP!!!


Venite in cucina con me e prepariamoli insieme...

150 gr di farina di cocco
200 gr di farina 00
100 gr di zucchero
2 uova
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
80 ml di olio d'oliva delicato

Inserite le farine, le uova e la vaniglia nel mixer e azionate a media velocità finchè non avrete ottenuto un composto sbricioloso. A questo punto aggiungete a filo l'olio e mixate per qualche altro secondo. Finite di lavorare l'impasto a mano, compattatelo, rivestitelo con pellicola e lasciatelo riposare in frigo per almeno mezz'ora.
Trascorso il tempo di riposo, spolverate leggermente di farina il piano di lavoro, ammorbidite l'impasto con le mani e stendetelo col mattarello.
Preriscaldate il forno a 180°
Per i cestini ricavate dei cerchi con un coppapasta tondo ed inseriteli delicatamente negli stampini da mini muffins. Riempite il centro con fagioli secchi ed infornate per 12-15 minuti, o comunque fino a doratura.
Sformateli e fateli raffreddare su una gratella.
Una volta freddi impermeabilizzateli con un sottile strato di cioccolato: fate sciogliere a bagnomaria del cioccolato fondente, versatene un cucchiaino nel cestino e roteate per farlo aderire alle pareti e rovesciatelo per farne fuoriuscire l'eccesso. Fate solidificare per qualche minuto e poi riempiteli con ganache al cioccolato bianco.

con questa ricetta partecipo al contest di Valentina
Una Fetta Di Paradiso I <3 Pie
Un bacio