giovedì 22 marzo 2012

Durelli di pollo

Non sono mai stata particolarmente attratta dalle frattaglie, ma devo dire che da quando il mio maritino me ne ha fatto scoprire il sapore, quando mi si presenta l'occasione di preparare questo piatto, di certo non mi tiro indietro.
Armatevi di calma e pazienza, aprite la confezione, aprite il rubinetto dell'acqua ed iniziate a pulire i durelli MOLTO bene: sicuramente vi venderanno una confezione con lo strato superiore pulitissimo, dal secondo strato dovrete rimboccarvi le maniche! Togliete bene sia i residui di stomaco che di mangime o ne risentirà il gusto finale!!!
Lasciateli poi in abbondante acqua fredda con qualche cucchiaiata di aceto per mezz'ora. Sciacquateli ed asciugateli.
Siccome richiedono una lunga cottura (l'ideale sarebbero delle pentole in terracotta), io ho optato per la pentola a pressione.
Ho fatto soffriggere in due cucchiai d'olio d'oliva un porro tagliato sottile e uno spicchio d'aglio tritato, ho poi aggiunto una carota tagliata a cubetti, un rametto di rosmarino ed ho fatto rosolare la carne. Ho sfumato con mezzo bicchiere di vino bianco secco ed infine ho aggiunto del brodo vegetale nel quale avevo sciolto del pomodoro concentrato.
Dal classico fischio, dopo aver abbassato la fiamma al minimo, ho lasciato cuocere per circa un'ora.


Prima di servire in tavola, in cocottine di terracotta, ho tagliato a fette dell'ottimo pane in cassetta, abbrustolito un pò sulla griglia e strofinato leggermente d'aglio! 
Da leccarsi i baffi ;-)

Con questa ricetta partecipo al contest di Mani Amore e Fantasia


e al contest di Max

A presto con la prossima ricetta!

29 commenti:

  1. sai che li adoro???? sono gustosissimi e davvero speciali <3 un bacione tesoro <3

    RispondiElimina
  2. A me invece tutto ciò che è frattaglie piace tantissimo...ora proverò i durelli alla tua maniera!!
    anche io con la pentola a pressione!!

    Se ancora non l'hai fatto perchè non partecipi al contest vinci un coccio di Il blog di Max??

    ciao loredana

    RispondiElimina
  3. li conosco e li adoro, ma non li ho mai cotti in pentola a pressione, proverò. Grazie Fra, baci.

    RispondiElimina
  4. io invece non li amo affatto, ma li ho provati una volta sola e mi fai sorgere il dubbio che chi li aveva preparati non li aveva puliti bene. Beh fare un altro tentativo non mi costa nulla...proverò :) un bacio e buona notte

    RispondiElimina
  5. Mai provati, mangio poco anche il fegato. La tua fotografia è molto bella, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie... ho seguito qualche consiglio ;)

      Elimina
  6. ho la mia pentolina ahhhaha la proverò graziee

    RispondiElimina
  7. Mai mangiati i durelli! La tua ricetta arricchisce sicuramente la mia raccolta con un piatto da provare assolutamente, grazie mille! Ricorda che puoi associare anche il link di una ricetta già pubblicata, e non dimenticare di postare le ricette anche sul forum di GZ seguendo il link che ho indicato nel regolamento! Baciiii

    RispondiElimina
  8. Un peccatuccio da copiare...mi piace molto questa ricetta, ciao.

    RispondiElimina
  9. ciao Fra... ammetto che non so cosa siano i durelli! (i rognoni? I fegatini???)
    Però onore al merito: hai fatto una ricetta particolarissima e non semplice in un modo magistrale. Auguri per il contest. Un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nella confezione c'è scritto ventrigli, ma credo sia troppo generico: sono quella parte di stomaco molto... "dura", quella che usano le galline per frantumare anche il cibo più grosso!

      Elimina
    2. I durelli non son è altro che "lo stomachino" del pollo.

      Elimina
  10. non ho mai assaggiato i durelli...ma se dici che ti hanno conquistata..magari dovrei provarli :)
    mi incuriosiscono
    un bacione

    RispondiElimina
  11. Il piatto è molto invitante e sicuramente molto particolare almeno per me che non ho mai mangiato i durelli di pollo.

    RispondiElimina
  12. UNA VERA BONTA'....E UNA RICETTINA DA SEGNARE...BACINI

    RispondiElimina
  13. Buoni!! Il mio papi mi faceva sempre il risotto ^_^ Brava Fra!!

    RispondiElimina
  14. buoni! Ricordo di averli mangiati tanto tempo fa...devo riprepararli! Buon fine settimana! Anna

    RispondiElimina
  15. Buongiorno tesoro!!!Buon inizio settimana !!un bacione ciaooooooo

    RispondiElimina
  16. ma certo...va benissimo questo peccatuccio, ciao e buon inizio di settimana...

    RispondiElimina
  17. anch'io non sono un'amante delle frattaglie pero' a veder questo tuo piattino devo ricredermi anche perche' sono la passione di mio marito

    RispondiElimina
  18. Non ho mai provato le frattaglie - durelli, però visto che ne parli così bene... è proprio il caso di provare :-D complimenti!!!! Buona settimana :-*

    RispondiElimina
  19. Buongiorno cara!buon martedì un bacione

    RispondiElimina
  20. Io li faccio spesso, costano poco e sono buonissimi.... forse un po' lunghi in pulizia e cottura ma, non si puo' avere tutto dalla vita.
    I tuoi sembrano divini a vederli così......

    RispondiElimina
  21. che buonii e in bocca al lupo per il contest

    RispondiElimina
  22. Nella vita ogni cosa succulenta in primo piano è penitente così è la gola peccare con le cose buone!!!!!! Si è vero ci vuole un pò di pazienza ma, costano poco e sono tanto buoni, non fatevene accorgere dai macellari di polli sennò rincarano i prezzi.ok!!!!! La mia ricetta:- 1 cipolla finemente tritata,in casseruola ricoperta di acqua e 1 foglia di alloro, sbollentare la cipolla fino a renderla poltiglia,aggiungere 4 cucchiai d'olio extravergine d'olivo,aggiungere i durelli, cuori, fegatini,far soffriggere mescolando e sfumando con un bicchiere di vino AGLIANICO SE POSSIBILE oppure di un buon SANGIOVESE un piuzzico di sale,un po di peperoncino in cottura per 15 minuti vedrai la bontà: Può essere solo un secondo piatto ma con il sughetto vi si può spadellare anche dei buoni spaghetti, oppure delle buone genovesine cosparse con del buon grana o parmigiano, vedrai quanto Aglianico o Sangiovese chiuderai di gustare e buon appetito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carlo per la tua ricetta... proverò sicuramente ;)

      Elimina
    2. I durelli esigono una lunga cottura: 2 ore circa.
      I cuori un'ora circa e i fegatini mezz'ora.
      Se cuocciono troppo diventano duri sia i cuori che i fegatini (li cucino spesso e ora non mi sbaglio più)

      Elimina

Grazie della visita, lascia un commento o un suggerimento: sarà sicuramente molto gradito!!!
A presto, Fra