lunedì 17 dicembre 2012

Hello Kitty... e Aurora compie 5 anni!

Ciao!!! Come state? Io ancora un pò così così. Fisicamente sono a pezzi e questo di certo non mi aiuta nemmeno con tutto il resto. Sto trascurando tutto e tutti ma proprio non ce la faccio.... spero mi perdoniate tutti :-) Troppe corse, troppe cose da fare, lavoro, casa, bambini, compiti, catechismo, pallavolo, riunioni... avrei bisogno di una vacanza lunga almeno un ... mese!!! hihihihi
Vabbhè, pazienza, come ho detto anche a qualcuno... ne avrò di tempo per riposare quando sarò sotto terra!!! ;-)
Ma torniamo a noi e alla torta che vi voglio far vedere oggi.


L'8 dicembre dovevamo festeggiare il compleanno di Aurora, ma per fortuna ci sono stati altri imprevisti, oltre alla mia colica addominale, che l'hanno rimandata a sabato scorso. 
Come al solito l'idea iniziale era tutt'altra, ma ormai lo sapete che io le modifiche le apporto sempre all'ultimo, in fase d'opera! Il soggetto principale doveva essere Hello Kitty, che non è proprio il mio personaggio preferito, anzi!!! Infatti non riesco mai a farla come vorrei, proprio per questa repulsione... hihihi ma l'impegno vi giuro che lo metto.
Ad ogni modo, e in qualche modo, ci sono riuscita.
Le basi sono due favolosi pan di spagna, uno classico e uno al cioccolato, neanche a dirlo, entrambi del Maestro... il mitico Montersino!
Per il pan di spagna al cioccolato, teglia diametro 25 (una volta freddo, si può conservare in freezer in un sacchetto ben chiuso)

230 gr di burro morbido
100 gr di zucchero a velo
12 gr di lievito
50 gr di cacao amaro
185 gr di tuorli
200 gr di farina
100 gr di zucchero
220 gr di albumi
1/2 bacca di vaniglia (o una fialetta di aroma)

Montiamo gli albumi a neve ferma con lo zucchero semolato.
Montiamo il burro morbido con lo zucchero a velo e quando il composto sarà spumoso aggiungiamo a filo i tuorli leggermente sbattuti e la vaniglia.
Aggiungiamo al composto di burro e tuorli gli albumi, poco per volta, amalgamandoli senza farli smontare (sacrificate il primo cucchiaio per ammorbidire il composto).
Infine incorporiamo le farine precedentemente setacciate.
Versiamo il composto nello stampo, livelliamo e inforniamo nel forno preriscaldato a 160° per una mezz'oretta, facendo comunque la prova stecchino.
Sformate e lasciate raffreddare completamente prima di tagliarlo per la farcitura.

La base più grande sono due strati di pds al cioccolato con uno classico, bagnati semplicemente con latte e farciti con camy cream arricchita con meringhe sbriciolate.


Vi ho detto che lei proprio non mi piace.... infatti mi ero dimenticata di un piccolo particolare... i baffi, aggiunti proprio all'ultimo, quando avevo già preso la borsa ed infilato il giubbotto!!! hihihi
Splendido finale per una serata trascorsa in allegria.
Spero di riuscire a tornare per farvi gli auguri di buone feste ;-)

Baci, baci e alla prossima....

domenica 25 novembre 2012

Torta Super Mario e Shadow... e Mattia compie 4 anni!

E finalmente è passato anche il compleanno di Mattia, con indecisione continua sul soggetto della torta! Che stress... ma alla fine il mio principino è stato proprio contento :)


Per la base la ormai classica moretta STRABUONA farcita di deliziosa camy cream. Questi gli aggettivi che usa il mio ometto per descrivere la sua torta... e se lo dice il festeggiato, non si può che credergli!!!! ;-)

Pur avendo giurato che di tempo ne sarebbe passato prima di sfornarne altre, non ho potuto proprio resistere ai suoi occhioni languidi quando mi ha chiesto anche lui le meringhe con la panna...


Poi ho preparato dei dolcetti al cocco


dei biscottini di pasta frolla pucciati nel cioccolato

facile farli con il tagliabiscotti Tescoma ;-)

pizza e focacce


e dei soffici panini ripieni di radicchio e formaggio


Ma lo so che tanto siete qui per la torta...e allora vi presento:
il cattivissimo Shadow ed il simpatico Super Mario!


Ed eccola tutta intera....


Giornata piena, ma ne è valsa la pena... 

Un ringraziamento particolare alle mie aiutanti Mayra e Lucy <3 <3 <3

giovedì 22 novembre 2012

Pane in cassetta semintegrale

Visto che Dauly voleva sapere come avevo fatto i miei pantramezzini... ecco subito svelato il trucchetto!


Per prima cosa prepariamo il pane in cassetta, uno bianco e uno semi integrale (o per praticità prendete al super quelli già pronti, ma il gusto ne risentirà!). Gli ingredienti ed il procedimento sono per entrambi gli stessi, tranne la farina ovviamente!

250 gr di farina 00 (250 gr di farina integrale)
200 gr di farina manitoba
200 ml di acqua
80 ml di latte
30 gr di olio evo
1 cucchiaino di malto
15-20 gr di sale
20 gr di lievito di birra

In una ciotola mescolate le farine con il sale. A parte sciogliete nel latte tiepido il malto e il ldb. In più riprese impastate le farine con i liquidi fino ad ottenere un panetto liscio.
Fate lievitare l'impasto in una ciotola coperta con un canovaccio umido e al caldo (con queste giornate fredde meglio preriscaldare il forno a 30°, spegnerlo e lasciar lievitare il pane al suo interno).
Dopo un paio d'ore avrà come minimo raddoppiato il suo volume.
Spolverizziamo il piano di lavoro con poca farina e con il mattarello premiamo, senza stenderlo, l'impasto fino ad ottenere un rettangolo che avvolgeremo su se stesso dal lato più lungo.
Poniamo il rotolo nello stampo da plum cake foderato di carta forno, spennelliamo con dell'olio e rimettiamo a lievitare, sempre coperto con un canovaccio umido, per un'ora.
A questo punto il pane sarà pronto per essere infornato a 200° per 30 minuti.
Sforniamo e lasciamo raffreddare su una gratella, coperto con un panno asciutto.

in collaborazione con Ricettosando

Per fare i pantramezzini, con un tagliabiscotti (a forma di farfalla nel mio caso), ricavate le forme dalle fette bianche e scure ed alternatele, avendo poi l'accortezza di usare una fetta interamente bianca o scura per il fondo, o rischierete che l'imbottitura esca da tutte le parti!!! :-)
Preparateli con un pò di anticipo, così avranno il tempo di insaporirsi bene e mi raccomando, un panno inumidito sopra per non farli seccare.

A voi la scelta del ripieno ;-)

lunedì 19 novembre 2012

Meringata al cioccolato per i 9 anni di Asia

Sabato ho preparato una sorpresa per il compleanno della mia cucciola che ormai ha già 9 anni! Le avevo detto che non le avrei fatto fare la festa perchè ero arrabbiata, ma aveva già espresso il suo desiderio sia sulla torta che sulle invitate.... Cuore di mamma.... potevo deluderla?!!? L'ho fatta soffrire fino all'ultimo (che mamma sadica che sono hihihihi) ma poi è stata una grande gioia per lei avere la sua torta e le sue amiche accanto!!!
Ho passato una giornata intera a preparare meringhe e per ben 3 volte ho fatto la scritta col suo nome perchè, le meringhe sono fragilisssssssssssime e delicatisssssssssime... Ma ne è valsa decisamente la pena. Mai mangiata una meringata così buona :D
Ovviamente doveva essere anche bella e decorata... la meringata, tutta bianca, mi ha ricordato la neve e che decorazioni ci sarebbero potute stare meglio se non una dolce pinguina, una tenera orsacchiotta ed una foca coccolosa!?
Oltre alle classiche patatine e pop corn anche qualche delizioso cupcake alla vaniglia con frosting al lampone e dei pantramezzini bicolor...
In questo post solo foto, nei prossime le ricette ;)




A prestissimo.... ;-)

sabato 17 novembre 2012

E per la sarta una torta decorata

Con questa torta, faccio un annuncio al pubblico di Peccati di gola e Ricettosando: con la sinergia che nasce oggi pubblicamente tra i nostri blog, sono felicissima di annunciarvi che mi è stata affidata la parte dedicata ai dolci di Ricettosando!!! ^_^


Ottima base adatta alle decorazioni in pdz, in alternativa alla moretta, è la sua sorellina, la biondina! Queste le dosi per una torta del diametro di 22 cm.
Ingredienti a temperatura ambiente:
3 uova
120 gr di zucchero
150 gr di farina
30 gr di fecola
100 ml di latte
50 ml di olio do semi
1 bustina di lievito
Montiamo bene le uova intere con lo zucchero per almeno 15 minuti. Nel frattempo setacciamo le farine ed il lievito, pesiamo in un recipiente il latte e l'olio e preriscaldiamo il forno a 180°.
Quando le uova saranno belle gonfie e spumose aggiungiamo in più riprese il resto degli ingredienti, iniziando e terminando con le farine.
Versiamo l'impasto nella tortiera (io uso quella allargabile in acciaio e non è necessario foderarla con carta forno) e facciamo cuocere per 30 minuti, facendo sempre per sicurezza la prova stecchino.
Questa base non necessita di bagne, è soffice e leggera ma compatta ed umida al punto giusto.
Lasciamola raffreddare su una gratella, eventualmente capovolta se si fosse creato un leggero rialzamento al centro.
Tagliamola a metà e farciamola con una deliziosa camy cream.
Le dosi "canoniche" prevedono:
500 gr di mascarpone
170 gr di latte concentrato (un tubetto)
250 ml di panna
ma va un pò a gusto.
Ammorbidiamo bene il mascarpone in modo da renderlo ben cremoso e aggiungiamo poi a filo il latte concentrato. Quando il latte sarà ben amalgamato aggiungiamo la panna liquida per rendere la crema più morbida, aiutandoci con una spatola in silicone.
Non ci resta che farcire la torta, magari aggiungendo qualche wafer sbriciolato o della granella di nocciole che non guasta mai! Con la crema rimasta stucchiamo la torta e mettiamo in frigo per tutta la notte a rassodare ed insaporirsi.
Il giorno dopo sarà pronta per essere ricoperta.

Eccovi qualche altra foto





Baci baci, alla prossima!!!!

domenica 11 novembre 2012

Deborah, altro giro altro corso!

In questo lungo periodo di assenza, in cui non ho certo avuto il tempo di annoiarmi, ho avuto la possibilità di fare due corsi. Due esperienze bellissime che ho avuto grazie a Deborah, conosciuta grazie al mio blogghino: lei è stata la mia prima sostenitrice e da lì è partita una grande amicizia, di quelle con la A maiuscola. Di grande talento, generosa, disponibile e dolcissima. 
Ho sempre adorato le sue rose, così realistiche e delicate, che non potevo proprio non vederla all'opera ed imparare a farle anch'io! Devo ammetterlo... non è per niente facile ed è un lavoraccio, ma la soddisfazione è davvero tanta. Veder crescere la tua rosa da  un semplice bocciolo, non ha prezzo!
Eccovi il risultato finale... sono davvero orgogliosissima! ;-)


L'altro è stato un pò meno impegnativo, ma di sicuro molto divertente! Ero talmente in buona compagnia che non vedo l'ora di farne un altro!!! Sane risate e divertimento allo stato puro...
Ormai Natale è alle porte e con questi cupcakes avrete magari qualche idea originale e simpatica in più da proporre... Purtroppo non le avevano fornito tutti i colori richiesti, quindi ci siamo arrangiate come meglio potevamo... ma il risultato è stato comunque spettacolare!!!!


Vi consiglio di prenotarvi per tempo ad uno dei suoi corsi, ne vale davvero la pena!!! :)


Baci baci, alla prossima ;-)

sabato 3 novembre 2012

A volte ritornano... Halloween!!!

Ma ciaooooooooooooooooooo.... come state?!?! Speravate di esservi liberate di me, invece, finalmente il mio pc è tornato a casa e gode di buona salute... speriamo non ci siano ricadute!!!!
E' stato davvero difficile stare lontana dal mio blogghino e da voi per così tanto tempo :( ma con un pò di calma passerò da tutte e mi rimetterò in carreggiata. 
In questo periodo ho fatto un sacco di cose e un pò alla volta vi renderò partecipi di tutto, intanto vi faccio vedere la mia ultima creazione, la torta per la notte di Halloween.










Io sono molto soddisfatta, spero piaccia anche a voi. Vi abbraccio forte!

martedì 25 settembre 2012

Brioches di Julia

Qualche tempo fa sono riuscita finalmente a vedere il film "Julia & Julie"... spettacolare, anche se il finale mi ha lasciato un pò l'amaro in bocca! Incentrato sulla ricetta della Boeuf Bourguignon, e decisa, prima o poi, a replicare anch'io, oggi vi propongo una ricetta dolce, tanto per cambiare!!! :-)
Non so se la ricetta che vi sto per dare sia proprio l'originale "Julia Child", ma quando ieri sera ho pubblicato questa foto su fb, Veronica le ha subito riconosciute!


Per l'éponge:
85 ml id latte tiepido
18 gr di lievito di birra fresco
1 uovo
360 gr di farina (io 200 manitoba e 160 00)

A seguito solito problema acqua, ho usato la mdp per non sporcare troppe cose. Ho versato nel cestello il latte, ho sciolto il lievito, ho aggiunto l'uovo e metà della farina. Ho azionato il programma impasto e l'ho spento dopo circa 5 minuti. Ho versato la farina rimanente sul composto ottenuto, ho rivestito con una copertina di pile la mdp ed ho lasciato lievitare per 40 minuti.

Per l'impasto
L'éponge
100 gr di zucchero (io solo 70 perchè le ho farcite)
5 gr di sale
4 uova sbattute
180 gr di farina
170 gr di burro morbido

Ho versato lo zucchero, il sale, le uove sbattute e la farina sull'èponge ed azionato di nuovo il programma impasto per 20 minuti. A questo punto ho fatto incorporare, poco per volta, il burro a temperatura ambiente.
Ho oliato leggermente (io ho usato olio di mais) una ciotola capiente, versato il composto e fatto lievitare a temperatura ambiente lontano da correnti d'aria, coperto con un canovaccio pulito. Se preferite potete riporre la ciotola in frigo (nella parte meno fredda), e lasciar riposare per tutta la notte, ricordandovi di estrarre la ciotola almeno un paio d'ora prima di formare le brioches.
Siccome io pazienza ne ho poca e volevo vedere il risultato finale quanto prima, ho scelto ovviamente la via più corta. Secondo la ricetta avrei dovuto aspettare almeno un paio d'ore per il raddoppio, ma mi ci è voluto molto meno! Credo che pure l'impasto l'avesse capito ^_^
A questo punto ho diviso l'impasto in pezzature da circa 80 gr l'una ed ho creato le brioches formando inizialmente dei rettangoli. Tenendo la parte corta verso di me, ho praticato su quella in basso dei tagli verticali fino ad 1/3 della lunghezza. Nella parte centrale ho spalmato della marmellata alle pesche, ho ripiegato su di essa il lato superiore ed ho poi richiuso tirando le striscioline verso l'alto.
Ho posizionato le brioches sulla teglia da forno rivestita da carta forno e messo a lievitare nuovamente nel forno spento.
ERRORE!!! Avrei dovuto cuocerle subito... Mentre chiacchieravo allegramente su fb sono talmente cresciute che sembrava un impasto unico.... ho perciò subito acceso il forno a 170° e le ho fatte cuocere per una decina di minuti, dopo averle spennellate con del latte. Stamattina le ho rimesse in forno per altri 5 minuti, giusto per mangiarle belle calde!


Una vera delizia!!!!!!!! Assolutamente da rifare quanto prima, magari usando il mio amato Bomber, che staziona in frigo ormai da troppo tempo!

Bon Appètit

Alla prossima, baci baci

domenica 23 settembre 2012

Torta moretta

Buona domenica! Finalmente riesco a postare qualcosa. Tra un intoppo e l'altro nell'ultimo periodo faccio fatica anche ad entrare nel mio blogghino... e io che pensavo di avere più tempo! hahaha... mi ci vorrebbero giornate di almeno 48 ore!!!!! ^_^
Per ieri sera avrei dovuto fare una torta per la mia amica Pamela, ma a causa della solita acqua mancante... ufffffff... ho dovuto dirle di no! :( Ma meglio non star qui ad annoiarvi con le mie continue "rogne"....
Dicevo... per Pamela avevo già iniziato a preparare la base della torta, una moretta morbida e dal sapore squisito.


Semplicissima da preparare, dal gusto delicato, compatta ma per niente asciutta tanto che non necessita di bagna, perfetta per essere decorata!

Passiamo agli ingredienti:
3 uova
150 gr di zucchero
150 gr di farina
40 gr di cacao amaro
1/2 bustina di lievito
100 ml di latte
50 ml di olio di semi

Preriscaldiamo il forno a 170°.
Montiamo bene le uova (a temperatura ambiente) con lo zucchero, finchè non saranno gonfie e spumose ed avranno almeno triplicato il loro volume iniziale. Poi aggiungiamo, alternando, le farine precedentemente setacciate e i liquidi.
Versiamo il composto nella tortiera (io solitamente uso quelle in acciaio allungabili) cercando di spargerlo in modo omogeneo.
Inforniamo per 30 minuti ed aspettiamo qualche minuti prima di sformare la torta.
Facciamola raffreddare completamente prima di tagliarla, ma vi consiglio di farla riposare in frigo, ben rivestita di pellicola, per una notte.
Potete anche tenerla "di scorta" in freezer, sempre ben avvolta nella pellicola e possibilmente all'interno di un sacchetto da freezer ben chiuso, per un'occasione improvvisa! :-)

Baci e alla prossima.... spero sia presto ;-)

mercoledì 12 settembre 2012

Frittata al vapore

Ciao!!! Oggi finalmente è ricominciata la scuola e forse riuscirò a fare qualcosina di più per me e il mio blogghino, che ultimamente piange la mia assenza!
In attesa che tutto torni alla normalità vi presento la mia frittata super soffice, leggera e che non ha quel tipico odore di uova! Solitamente la faccio al forno, ma è stata una scoperta la cottura a vapore. Me l'ha consigliata la mia amica Annalisa... proprio geniale!
L'unico cosa importante è farcirla perchè altrimenti non saprà di nulla!
Ottima come antipasto o come piatto unico per un pasto veloce!


Sbattete le uova, aggiungete gli ingredienti che più vi piacciono (io ho messo una confezione di wurstel di pollo tagliati a rondelle, del caprino fresco con olive e peperoncino e olive taggiasche), salate e pepate.
Foderate il cestello per la cottura a vapore della pentola a pressione con della carta da forno bagnata e strizzata e versate il composto di uova.


Versate sul fondo della pentola poca acqua, inserite il cestello e cuocete la vostra frittata per 5 minuti dal classico fischio. Fate sfiatare ed estraete la frittata.


Provatela e non vi pentirete!!!!!

Baci baci... torno al lavoro. Ho altri dolci da preparare... :-)

venerdì 7 settembre 2012

Red & White

Stasera si festeggia il 22° compleanno di Francesca, un'amica della mia nipotina prediletta.
I suoi colori preferiti... RED & WHITE, colori tema della serata, quindi il suo dolce non poteva che essere ROSSO & BIANCO!
Come al solito non è stata una passeggiata, di inconvenienti ne ho avuti anche stavolta e chi mi segue su Fb già lo sa.... ma come al solito, tutto bene quel che finisce bene ;-)
Mi aveva fatto vedere delle torte che le piacevano ma a me non dicevano proprio nulla e più mi diceva cosa le piaceva e più me l'immaginavo... fino a quando ho avuto l'illuminazione: "perchè non fare una torta a due piani con te che esci dalla torta tenendo in mano un cartellone con scritto 22?!" Mi sono morsa la lingua subito dopo averlo proposto, ma ormai era fatta! In fase d'opera ovviamente qualche modifica è stata apportata, ma diciamo tutto nella norma... o per lo meno nella MIA!
Ma passiamo al dunque.
Due dosi di mud cake e una moretta per il piano inferiore, ripieno di crema al mascarpone e nutella, una biondina(ina) per quello superiore, ripieno di crema pasticcera alla vaniglia, il tutto ricoperto con ganache al cioccolato bianco.


certo che c'ha proprio un bel nome sta ragazza!!! :P






le coccinelle, si sa, portano fortuna!

l'invito alla sua festa!

Oggi ci si è messa pure l'afa a rompere... un "sudamento" catastrofico, ma tutto sommato non mi posso lamentare!
Ora aspetto solo di aggiornarvi con la foto di loro due!

bella lei!!!!!!! belle loro!!!! <3 <3 <3


Buona notte e ancora tanti auguri Francesca! :D

P.S. le ricette nel prossimo post ;-)

mercoledì 29 agosto 2012

Sfoglia veloce

Buongiorno! Oggi è il mio ultimo giorno di ferie, domani si ricomincia e la voglia è proprio sotterrata chissà dove... Come vi avevo detto nel post precedente, la mia lista di cose da fare e soprattutto di cose buone da preparare era lunga ma non sono riuscita nel mio intento!
Una cosa che era da tempo che volevo provare è la sfoglia veloce di Vicky, sempre lei!!! :-)
Ho provato un paio di volte la sfoglia normale, ma le mie mani sono troppo calde ed il risultato è stato disastroso. Quando ho letto nel suo post che ci volevano 5 minuti, ho detto... beh, male che vada, io ne perdo solo 20! 
Passiamo quindi agli ingredienti:

250 gr di ricotta
150 gr di burro
2 cuchiaini di sale
250 gr di farina

Per il passo passo dei passaggi vi rimando sempre qui al suo blog.

Mettete nella ciotola la ricotta e il burro. Schiacciate tutto con la forchetta fino ad avere un composto sbricioloso, aggiungete il sale e poi, sempre con la forchetta, amalgamate anche la farina. Versate l'impasto sul piano di lavoro e compattatelo, rivestitelo di pellicola e mettete a riposare in frigo per 2 ore.
Trascorso il tempo di riposo riprendete il panetto, stendetelo formando un rettangolo e procedete con 3 pieghe consecutive. Avvolgetelo nuovamente nella pellicola e fatelo riposare in frigo per un'altra mezz'ora.
A questo punto la vostra pasta sfoglia sarà pronta per essere stesa e farcita come più vi piace ;-)

Io ieri ho fatto pulizia del frigo e della dispensa, quindi ho messo un pò di tutto. Complici i miei birbanti che guardavano le scadenze e dicevano "questo si!!" "questo no..."

Dopo aver bucherellato il fondo della sfoglia, l'ho riempita con sottilette, formaggio pecorino fresco tagliato a dadini, salame all'aglio tagliato a dadini, wurstel, funghi champignon e un'immancabile cipolla tagliata a fettine non troppo sottili. Poi ho sbattuto due uova con una macinata di pepe, un brick di panna da cucina e un pò di parmigiano grattugiato ed ho versato il tutto all'interno. L'ho ricoperta, con i ritagli di sfoglia l'ho decorata con qualche farfallina e fiorellino e l'ho poi spennellata con del tuorlo d'uovo sbattuto con poco latte.


L'ho cotta nel forno a 200° per 45 minuti....


Mi sarebbe piaciuto mostrarvi anche le foto senza tortiera e dell'interno, ma devo ringraziare la mia piccola peste per averle cancellate :(

Non proprio leggerissima per la cena, ma abbiamo fatto tutti il bis ed ora.... è finita! Mi toccherà rifarla per farvela vedere :-)

Alla prossima!

lunedì 27 agosto 2012

Pane cafone in pentola

Ormai le mie vacanze sono agli sgoccioli, il 30 si riparte e di tutto quello che avevo in mente di fare, non sono riuscita a fare nulla...
Avevo una lista di ricette da provare lunga quanto il Po, ma le mie giornate sono trascorse COME SEMPRE tra un intoppo e l'altro. A distanza di un anno esatto, proprio come era già successo, siamo rimasti senza acqua! 
Pensate di partire una bella mattina di metà agosto per passare una tranquilla giornata al mare coi vostri bimbi, combinarne di tutti i colori, riempirsi ovunque di sabbia, tornare a casa sognando una doccia rinfrescante, aprire il rubinetto e.... niente acqua! Un vero disastro...
Dopo una giornata così ci stava bene solo il letto, invece ho dovuto fare la bellezza di 50 km per portare i bambini in montagna dalla nonna!!!!!!! E ovviamente altrettanti per tornare....
La voglia di fare ti passa anche se non vuoi :-(
Ma finalmente l'idraulico venerdì pomeriggio ha risolto il problema e siamo andati a riprendere i nostri cuccioli, anche se poi Asia, quella monella, è rimasta ancora lì ed è tornata ieri per l'ora di cena!
Ieri mattina avevo pensato di prepararle la focaccia con le cipolle, la sua preferita, ma poi ho dirottato verso quella lista e.... il pane cafone ha preso il sopravvento!
Corro a casa di Vicky, lo ritrovo e mi annoto gli ingredienti... potevo farne a meno sono solo farina, lievito, acqua e sale! Poi passo alla ricetta.... panico quando leggo che ci vogliono ALMENO 14 ore di lievitazione!
Vabbhè, corro in cucina, prendo il cestello della mdp e verso in quest'ordine:

150 gr di pasta madre (io Bomber - il mio li.co.li) o 6/7 gr di ldb
350 ml di acqua (io 280/300)
480 gr di farina manitoba (io 450 + 50 00 perchè la manitoba era finita!)
2 cucchiaini di sale

Azionato il programma impasto alle ore 8, l'ho lasciato poi lievitare fino alle 16 e l'impasto arrivava quasi al coperchio. Non avevo proprio nessuna intenzione di aspettare oltre.... la curiosità era davvero troppa!
Tra un messaggio e l'altro con la povera Vicky, anima pia che ormai non mi sopporta più, ho deciso di fare le pieghe (difficili proprio come diceva lei perchè l'impasto è molto morbido) e l'ho fatto lievitare per altre due ore in una ciotola leggermente infarinata, chiusa con pellicola e coperta con un canovaccio.
Dopo un'ora e mezza ho acceso il forno a 250° ed ho inserito la pentola di acciaio con il coperchio per l'ultima mezz'ora di lievitazione del pane.
Dopo i 30 minuti ho abbassato la temperatura a 230°, ho versato l'impasto nella pentola, l'ho richiusa (che non si deve fare!!) e infornata per 35 minuti.
Mio marito era terrorizzato, controllava ogni 2 secondi il forno con la paura che scoppiasse tutto ! Io invece ero sicura che sarebbe andato tutto bene... Vicky è una certezza!
Dopo 35 minuti la magia... il pane è uscito dalla pentola in un battibaleno, senza nemmeno toccarlo, sotto gli occhi stupiti del mio maritozzo malfidente, andando a poggiarsi sulla griglia che ho poi infornato per altri 20 minuti e.... se vi piace il pane croccante questo fa proprio al caso vostro!


A dir poco delizioso! Con quelle due fette che mi sono avanzate dalla cena di ieri, credo proprio che oggi ci farò delle bruschette!!!!!!!!!! ;-)


Provatelo anche voi!!!

Baci baci

martedì 21 agosto 2012

Hello Kitty

E anche per oggi ho finito di torteggiare... fortunatamente questa era abbastanza semplice! La mia odiata Hello Kitty ce l'ha fatta a farsi fare.... hihihihi... Vabbhè ma per accontentare zia Simonetta, si può anche fare!
E per la prima volta ho fatto un fiocco... senza di quello non sarebbe Hello Kitty, giusto!?


Non è perfetto, ma tenendo conto che è il primo...

La torta un doppio pds farcito con una favolosa crema pasticcera alla vaniglia.


Niente di che, ma in quanto a gusto non c'è stato proprio nulla da ridire.

Finalmente domani vado al mare e mi rilasso almeno un giorno! Intanto vado ad infornare pizze e focacce da portare in spiaggia...

Baci baci

domenica 19 agosto 2012

Cestino di funghi

Oggi è il compleanno del mio papà ed ha deciso di andare a farsi un giro in montagna a cercare qualche fungo! Beh, il suo plum cake ai funghi è superlativo... quindi lasciamolo pure andare che poi qualcosina mi prepara ;-)
Ma giusto per scaramanzia, ho deciso di preparargli un bel cestino di funghi anch'io... ovviamente di zucchero!

La base è una sponge cake alla nutella, farcita con crema di mascarpone e nutella.
Per realizzare i funghi ed il manico del cestino ho usato una tecnica nuova, consigliata dalla mia nuova amica Stefania: prima ho modellato della carta stagnola, per dare più stabilità ai funghi ho inserito nel gambo uno stecchino di legno e poi li ho ricoperti con la pdz. Sono solidi ma leggerissimi!!! La cosa più complessa è stato l'intreccio del cestino, ma alla fine il risultato mi ha ripagata alla grande.





Che ne dite?! Ho quasi tratto in inganno pure Gianni... sembravano proprio funghi veri, se non per il profumo di cioccolato ;-)

Tanti auguri ancora al mio papà ^_^

domenica 12 agosto 2012

Buone vacanze


Con questa meravigliosa foto della mia amica Dany vi lascio per qualche giorno, non perchè vada da qualche parte, anzi... starò a casa a fare un pò di quelle cose che BISOGNA assolutamente fare in una casa grande con due bambini e qualche animale... Passerò comunque a trovarvi, anche solo per un saluto. Auguro a tutte buone vacanze. Riposatevi, rilassatevi che poi torna tutto come prima!

Un bacio