martedì 16 agosto 2011

Ciambella soffice

Cara blogghine che disastro.... qualcuna di voi sa cosa vuol dire rimanere senza acqua!? Come per tutte le cose, non ci accorgiamo della loro utilià (o indispensabilità... si può dire!?!?!?), finchè non ci mancano. Da venerdì pomeriggio ho il motorino della pompa fuori uso, quindi niente acqua... e trovare un idraulico a ferragosto è praticamente impossibile, soprattutto uno che entri in un pozzo artesiano profondo 15 metri! 
Ma siccome il mio motto è non mollare mai... a ferragosto ho invitato la mitica zia Eta a cena. Piatti, bicchieri e posate di plastica: una buonissima pasta al ragù, un pò di affettato, qualche pezzo di formaggio, una fettona di anguria e un'immancabile abbondante porzione di torta! ;)
Ho trovato la ricetta qui: quante cose buone prepara "Sora Lia"! 

Ingredienti:
3 uova
160 gr di zucchero
100 ml di latte (io 180)
80 ml di olio di semi
300 gr di farina
1 bustina di lievito
1 bustina di vanillina
80 gr di fecola di patate (io amido di mais)
1 pizzico di sale
3 cucchiai di cacao amaro in polvere (io l'ho omesso)
15-20 ciliegie denocciolate (io Amarene Toschi)

Sbattere i tuorli con lo zucchero ed il pizzico di sale, unire l'olio a filo, le farine, la vanillina, il latte ed infine il lievito. A parte montare a neve gli albumi ed incorporarli delicatamente all'impasto.
Togliere 1/3 dell'impasto e aggiungerci il cacao mescolando bene.
Imburrare e infarinare uno stampo per ciambelle (io ho usato lo stampo in silicone Happyflex quindi non è servita questa operazione) e distribuire metà dell'impasto bianco, quindi fare uno strato con il composto al cacao e aggiungere le ciliegie denocciolate, terminando con il rimanente impasto bianco.
Infornare la ciambella a 180° per una quarantina di minuti (dipende sempre dal forno e comunque la prova stecchino è infallibile).
Una volta cotta lasciatela raffreddare, sformate e spolverate con zucchero a velo.

Avendo omesso l'aggiunta del cacao, ho saltato tutta la riga e pertanto ho tralasciato un piccolo dettaglio: di aggiungere le amarene! E me ne sono ricordata quando ormai era decisamente troppo tardi!
Poco male.... una volta raffreddata l'ho tagliata bagnando entrambe le metà con lo sciroppo di amarene un pò diluito, farcita con panna montata spray e amarene a pezzi, richiusa e decorata ancora con panna montata e amarene.


Buon Non Ferragosto a tutte! ;P

25 commenti:

  1. Che disastro quando manca l'acqua! Ma questo non ti ha impedito di sfornare questa golosa torta!!
    Ciao e buona serata!

    RispondiElimina
  2. Bella e buona! Hai risolto alla grande!

    RispondiElimina
  3. La mancanza dell'acqua rende tutto un dramma... già come lavarsi le mani diventa un'impresa disperata.
    Che delizia questa ciambella...

    RispondiElimina
  4. Ma a te non basta certo l'acqua per fermarti!!! Sei mitica!!! Meravigliosa questa ricetta. Bravissima Fra

    RispondiElimina
  5. che bella con il ripieno!! doppiamente buona, perchè hai faticato il doppio senza la comodità dell'acqua corrente!

    RispondiElimina
  6. Azz...che buona, questa te la copio! Un baciotto.

    RispondiElimina
  7. che meraviglia!!! diciamo che addentando una fetta di questa golosità, almeno per un attimo, non avrai pensato all'acqua!! ;)

    RispondiElimina
  8. bellissima!!!Ancora non hai risolto con l'acqua?mi dispiace :(

    RispondiElimina
  9. Mi spiace davvero molto e spero che la situazione sia risolta.... ottimo dolce che sicuramente ha risollevato gli animi.

    Un bacione :)

    RispondiElimina
  10. che buonaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :-) :-)

    RispondiElimina
  11. ...ma la grande Fra non si lascia bloccare neanche dalla mancanza di acqua, e pure il dolce hai fatto!!
    sei un mito!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  12. Ciaoo Francesca..risolto con l'acqua?un bacione

    RispondiElimina
  13. che fame, farei volentieri merenda con la tua ciambella altissima e soffice soffice :P

    RispondiElimina
  14. meravigliosa questa ciambella!!!

    RispondiElimina
  15. Bellissima e di sicuro ottima! :-)

    RispondiElimina
  16. Slurp!!! :) questa ciambella è fantastica!!! Spero che l'idraulico si sia calato nel pozzo artesiano con successo! Ciao! :) Laura

    RispondiElimina
  17. Senz'acqua è una tragedia!!!
    Complimenti per la torta stupenda e hai risolto alla grande la dimenticanza delle amarene!!!
    Baci

    RispondiElimina
  18. Ok ho chiuso i rubinetti centrali di casa mia. Ora vieni a farmi questa splendida torta?
    :-D

    RispondiElimina
  19. hai ragione ci accorgiamo delle cose che usiamo quando non possiamo usarle...certe volte diamo x scontato molto...
    questa ciambella mi sembra ottima ..da provare...buon we..^_^

    RispondiElimina
  20. Che truma restare senz'acqua! Mi è capitato più di una volta e meno male vivo da sola almeno i disagi sono un po' ridotti! Spero che adesso sia tornato tutto a posto.
    La ciambella è magnifica e chissà che golosa ^__^ Baci, buona domenica

    RispondiElimina
  21. Bellissima! Sia l'aspetto della ciambella che la sua presentazione... brava! :)

    RispondiElimina
  22. Senza acqua è tremendo.. pensa quante cose non si riesce o cmq si fatica a fare..è vero che le cose ti accorgi quanto servono soprattutto qnd ti vengono a mancare!cmq.. ottima la ricetta, sembra così soffice!ti seguo con piacere.. e.. ti aspetto a casa mia!baci

    RispondiElimina
  23. Meno male che hai capito subito come rimediare alla dimenticanza!! Io sarei entrata in panico! Tutte quelle povere amarene toschi sprecate!!! :)

    La voglio preparare domani, inserendo il cacao e un sacco di amarene nell'impasto e poi servendo con una bella spruzzata di panna montata!! Speriamo venga bene! Ciao Fra!

    RispondiElimina
  24. ottima l.ho fatta e molto piaciuta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta ti sia piaciuta! Ma la prossima volta mi scrivi chi sei?!?!

      Elimina

Grazie della visita, lascia un commento o un suggerimento: sarà sicuramente molto gradito!!!
A presto, Fra