lunedì 31 ottobre 2011

Trick or treat!? Ovviamente TRICK

E anche quest'anno è arrivata... la festa di Halloween con i bimbi che corrono da un campanello all'altro, vestiti da mostriciattoli, a chiedere dolcetto o scherzetto. E' più divertente lo scherzetto, ma sicuramente più goloso il dolcetto. Visto che anche Asia quest'anno festeggerà con i suoi amichetti, abbiamo pensato di creare qualche dolcetto per l'occasione.

Questi dei cake pops fatti con i ritagli della torta... ops, vi stavo per svelare il prossimo post!... sbriciolati, con aggiunta di ricotta e nutella, ricoperti di cioccolato bianco e docorati con smarties e glassa rossa.


Il mio aiutante di fiducia che alla prova assaggio non rinuncia proprio mai...


Questi dei fantasmini in cialda, decorati semplicemente con nutella e zucchero a velo!


Ed infine la mia streghetta, pronta per la sua festa...


Felice Halloween a tutti ;-)

martedì 25 ottobre 2011

Angel cake e nuova collaborazione

Oggi vi lascio la ricetta di questo dolcetto sofficissimo e senza grassi!!! Ottimo a colazione, a merenda, dopo pranzo, dopo cena.... praticamente ogni momento è quello giusto ;)
Era da un pò che volevo farlo ma, essendo indispensabile per la sua realizzazione uno stampo a ciambella in alluminio (come tradizione americana vuole) ho atteso l'invio degli omaggi della ditta con cui ho da poco instaurato una splendida collaborazione.



Quando, molto timidamente, mi sono proposta per questa collaborazione mai avrei pensato di essere contattata da una persona così  gentile e disponibile quale è stato finora Massimiliano: si è preso cura delle mie richieste e delle mie esigenze, e simpaticamente mi ha sempre risposto e chiarito qualsiasi dubbio! Ma la ditta rifornisce dal ristorante al privato, offre consulenza, progettazione ed assistenza a partire dagli impianti agli accessori. Il sito è fornitissimo e pure conveniente, vi consiglio di darci un'occhiata...  Qualsiasi cosa cerchiate, lì sicuramente la troverete.  I prodotti che mi hanno inviato sono davvero belli ed utili, ma ve li presenterò un pò alla volta!

Ora passiamo alla ricetta

Ingredienti:
400 gr di albumi
220 gr di zucchero
135 gr di farina
1 bustina di vanillina
Per la farcia
crema pasticcera
In una terrina iniziate a sbattere gli albumi ed incorporate in tre riprese lo zucchero montando finchè il composto non avrà triplicato il suo volume. Aggiungete a questo punto la farina setacciata e continuate a sbattere con le fruste elettriche. Nello stampo a ciambella in alluminio  da 24 cm (favoloso perchè per questa ricetta non serve nemmeno imburrarlo e infarinarlo) versate l'impasto a cucchiaiate, affondate un cucchiaio più volte per eliminare le eventuali bolle d'aria createsi ed infornate nel forno preriscaldato a 170° per 45-50 minuti.
Fate raffreddare nello stampo prima di sformare, avendo cura di staccare leggermente il bordo superiore (si attaccherà leggermente dove inizialmente l'impasto non c'era). 
Tagliatelo a metà, farcite con crema pasticcera, ricomponete e decorate con il  topping ai frutti di bosco.



Se ce ne fosse ancora, ne mangerei volentieri un'altra fettina!!! Un bel modo per smaltire gli albumi in eccesso, no!?!?!?

Ciao, alla prossima ;-)

domenica 23 ottobre 2011

Natalina... ci siamo!

Ieri sono giunta alla fine di questa lunga preparazione. 

fragole - ciliegie - prugne gialle - more - melogano - uva nera

Tutto è iniziato il 14 maggio, quando ho postato qui la ricetta di questa fantastica composta.
Sono ormai anni che la preparo per gustarla in compagnia della mia famiglia, alla fine del pranzo di Natale come ottimo digestivo!!! Ma vi assicuro che anche come pensierino per gli amici è davvero molto gradita.

La ricetta "di base" è questa:

250 cc di acqua 
500 cc di alcool a 90°
300 gr di frutta fresca
150 gr di zucchero

Fate bollire l'acqua e fatela raffreddare. Poi versatela in un recipiente di vetro con chiusura ermetica abbastanza capiente (io ne uso uno da 4 lt). Aggiungete l'alcool e:

MAGGIO aggiungete le FRAGOLE
GIUGNO aggiungete le CILIEGIE
LUGLIO aggiungete le ALBICOCCHE
ad AGOSTO aggiungete i MIRTILLI
SETTEMBRE aggiungete le PRUGNE
ad OTTOBRE aggiungete l'UVA

Come dicevo, questa è la ricetta base, ma potete mettere tutta la frutta che più vi piace o che, come quest'anno per me, riuscite a trovare. Ho usato solo frutta di casa, quindi quest'anno ho apportato qualche altra modifica. L'ultima aggiunta l'ho fatta appunto ieri, quando una mia amica mi ha portato dei grossi acini d'uva raccolti dal suo giardino.
Gli unici accorgimenti sono
1- non aggiungere un nuovo frutto se non sono trascorsi ALMENO 15 giorni dalla precedente aggiunta
2- ad ogni aggiunta di frutta è conseguente l'aggiunta di zucchero
3- cercate di fare pezzi di frutta delle stesse dimensioni
4- tenere il barattolo al riparo dalla luce diretta del sole
5- ricordatevi di dare una mescolata ogni tanto, a barattolo chiuso.

Con questa ricetta partecipo al contest di Terry... più Natale di così ;)

venerdì 21 ottobre 2011

Salame al cioccolato!?

Cara la mia Giada, amica da una vita, compagna di avventure e disavventure dai tempi dei banchi di scuola. Eravamo proprio un bel gruppetto... che bei ricordi!!!
La settimana scorsa mi ha chiesto per il suo compleanno (che sarà domani) il suo dolce preferito... il salame al cioccolato!
Ho provato a dissuaderla. Che tristezza, per il compleanno, un dolce così semplice :(
Non c'è stato verso: quello è il suo dolce preferito, quello ha voluto e, ovviamente, quello le ho fatto ;)
Ma potevo io, ormai amante delle torte decorate, non trovare una soluzione!?!?!?
Per prima cosa ho preparato l'impasto e con le dosi che ho usato, oltre alla torta, ho fatto anche un salame e dei biscottini.

300 gr di burro
200 gr di zucchero
4 uova
400 gr di cioccolato fondente
600 gr di biscotti secchi
1 cucchiaio di rum (volendo si può omettere)

Lavorare a crema il burro lasciato precedentemente ammorbidire a temperatura ambiente e poi aggiungere lo zucchero. Continuare a sbattere incorporando un uovo alla volta. Nel frattempo sciogliere a bagnomaria il cioccolato. Versare il cioccolato nel composto di burro e uova, aggiungere il rum ed amalgamare bene il tutto. Sbriciolare i biscotti e incorporarli al composto.

Un pò più di metà del composto l'ho usato per riempire una tortiera a forma di stella, pressando bene dappertutto, soprattutto sulle punte.
Ho lasciato riposare in freezer tutta la notte, coperto da carta stagnola.


Eccola appena sformata.
Il suo colore preferito: il LILLA....



Lo so, non è niente di che, ma a me piace... speriamo piaccia anche a lei :-)

Con questo dolce partecipo, per il rotto della cuffia, al Candy di Laura, alla quale auguro altri numerosi blog-compleanni!!


Ora doverose le scuse.... avevo promesso un post salato e invece.... ancora dolce!!! Beh, aspettate di vedere che combinerò il mese prossimo ;-P

martedì 18 ottobre 2011

Gattò di noci, nocciole e mandorle

Sicuramente qualche sardo leggerà questo post e non penserà certo che sono rimbambita... E' stata una lotta furibonda con mio marito... da buon sardo e con la testa dura ha detto che si chiama proprio così: GATTO' e strano ma vero, ho dovuto dargli ragione :(
Questo dolce glielo preparava sempre la mamma quando era piccolo, ed essere riuscita a dargli lo stesso sapore mi ha resa alquanto felice.
Gli ingredienti sono semplici, quanto la procedura.

600 gr tra noci, nocciole e mandorle
600 gr di zucchero
2 limoni

Mettete in acqua bollente la frutta per circa 15 minuti per facilitare la rimozione delle pellicine marroni. Spargetela bene su una teglia da forno e mettete ad asciugare a bassa temperatura.
In una pentola fate sciogliere lo zucchero col succo dei limoni, aggiungete la frutta precedentemente tritata grossolanamente e mescolate finchè tutto non assumerà un colore ambrato.
Versate il composto ottenuto su di una placca rivestita di carta forno e spianatelo, premendo con il limone.
Dopo un'oretta sarà freddo e potrete spezzare o tagliare il vostro croccante come più vi piace.



Ecco qui i miei pezzettoni, serviti sui vassoi in foglia di palma EcoBioShopping

Con questa ricetta partecipo al contest di Terry


Alla prossima ;)

lunedì 17 ottobre 2011

Plum cake ai cachi

Premetto che i cachi a me proprio non piacciono, e giusto per questo, ne ho la cantina sommersa. Speravo che quest'anno il mio albero mi graziasse con una "fornitura" ridotta, vista l'abbondanza dell'anno scorso... invece ne ha fatti anche di più! Sono riuscita a smerciarne parecchie cassette tra amici, parenti e colleghi, ma ora stanno maturando tutti, pur avendo preso le dovute precauzioni.... 
Quindi che farne di tutti questi cachi!?!? Un bel plum cake ;)

Gli ingredienti:
3 cachi maturi
220 gr di farina
20 gr di cacao amaro
120 gr di zucchero
175 ml di latte
80 ml di olio di mais
2 uova
100 gr di cioccolato bianco
1/2 bustina di lievito

Pulite i cachi togliendo gli eventuali filamenti e le parti gelatinose e schiacciateli poi con una forchetta.
In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero; aggiungete il latte, l'olio, i cachi, le farine setacciate ed infine il cioccolato tritato.
Rivestite uno stampo da plum cake con carta forno, versateci il composto ed infornate a 180° per un'oretta.
Qui la prova stecchino non funziona. Il risultato finale sarà una crosticina croccante fuori e un cuore decisamente morbido ma compatto dentro.
Il gusto dei cachi era coperto dal cioccolato quindi non dava assolutamente quella sensazione stopposa in bocca. Posso dire che era davvero FAVOLOSO?!!?!?


Come al solito, buon appetito :-)

P.S. chi volesse un paio di cassette di cachi, si faccia pure avanti!!!!

domenica 16 ottobre 2011

Roselline di marmellata

Come vi avevo detto ieri, per premiare il mio fidato aiutante in cucina, gli ho preparato i suoi dolcetti preferiti. Dei bocconcini davvero golosi che spariscono in un attimo! Li avevo visti su cookaround e poi li ho rivisti anche tra le ricette di Patatina. Anch'io come lei ho dimezzato le dosi perchè la prima volta me ne erano uscite davvero tante.

Ecco gli ingredienti:
300 gr di farina (io Molini Pivetti)
50 gr di zucchero
40 gr di burro
1 uovo
1/2 panetto di lievito
100 ml di latte
1 cucchiaio di miele
un pizzico di sale
aroma all'arancia

Per il ripieno:

Per prima cosa ho preparato il poolish con 50 gr di farina, 50 ml di latte tiepido (dei totali) il miele ed il lievito lasciando lievitare per mezz'oretta. Poi ho impastato gli ingredienti rimasti al poolish facendo lievitare per un'altra oretta.
Ho steso l'impasto e con l'aiuto di un bicchiere ho ricavato dei dischi a cui ho praticato 6 tagli per creare i petali delle roselline. Ho disposto mezzo cucchiaino di marmellata al centro di ogni disco ed ho richiuso i primi 3 petali alternandoli (uno si e uno no) e poi gli altri 3 pizzicandoli all'estremità per tenerli uniti. Li ho spennellati con latte e zucchero e li ho fatti cuocere per una ventina di minuti in forno preriscaldato a  170°.



Buon appetito ;)

sabato 15 ottobre 2011

Gnocchi di zucca... noiosi

Ieri ho comprato una bella zucca e, d'accordo con Mattia, abbiamo progettato di fare tantissimi gnocchi! Stamattina mi sono alzata presto come al solito. Asia era a dormire dalla nonna quindi non avevo neanche il problema di doverla svegliare e portare a scuola, perciò con calma ho preparato l'impasto per i dolcetti preferiti di Mattia per premiarlo (in anticipo) del suo aiuto.
Mentre tagliavo la zucca è capitato in cucina col suo sorriso e il suo magico "..giornooooooo, ho fame!" Hehehe, caro il mio topastro.... sempre affamato!
Ci siamo seduti a tavola, con la nostra bella scodellona di latte e abbiamo fatto colazione mentre la zucca cuoceva in pentola a pressione.
Alle 8.15 è arrivata la nonna ed il divertimento è finito.... non c'è stato verso: ha voluto andare a casa con lei! :(
Sapete cosa vuol dire dover fare gli gnocchi senza il mio fidato collaboratore!?!?!?.... una NOIA PAZZESCA.

A questo punto non mi resta che darvi gli ingredienti:
450 gr di polpa di zucca
450 gr di patate
280 gr di farina (io Molini Pivetti)
1 uovo grande
sale
pepe
noce moscata

Tagliate a fette la zucca e cuocetela a vapore nella pentola a pressione per 7-8 minuti. Cuocete allo stesso modo le patate con la buccia. Lasciate leggermente raffreddare, spellate le patate, ricavate la polpa della zucca e riducete tutto in purea con il passaverdure direttamente sulla spianatoia. Aggiustate di sale, pepe e noce moscata. Amalgamate l'uovo e la farina ed impastate con le mani. Lasciate riposare il composto per una decina di minuti e poi procedete dividendolo in pezzi e formando i classici serpentoni. Tagliate poi gli gnocchi con un coltello e adagiateli su un vassoio rivestito di carta forno.
Tuffateli in abbondante acqua salata e quando inizieranno ad affiorare, con la schiumarola appoggiateli in una padella dove avrete precedentemente fatto sciogliere del burro aromatizzato alla salvia. Fateli saltare e serviteli belli caldi con una spolverata di grana grattugiato.



Con questa ricetta partecipo al contest di Natalia

e al contest di Farina, lievito e fantasia


e al contest di Sulemaniche


e al contest de Il Giardino degli aromi


e al contest di Dolci e Capricci


Buon appetito ;)

venerdì 14 ottobre 2011

Torta rovesciata all'ananas

Ieri davo un'occhiata ai vostri blog e mi sono imbattuta nel Fiore tra i fiori di Laura. Neanche fosse stato un segno del destino che aprendo la dispensa il barattolo di ananas sciroppato mi cadesse praticamente tra le mani!
Ho pensato subito alla torta rovesciata che fa sempre tanta allegria.

Ingredienti:
50 gr di burro
150 gr di farina
150 gr di zucchero 
3 uova
2 cucchiaini di lievito
1 barattolo di ananas sciroppato

Per prima cosa imburrate bene una tortiera, spolverizzatela con lo zucchero ed adagiate le fette di ananas precedentemente scolate dal loro sciroppo (ma senza buttarlo, mi raccomando!!!)
Sbattete ora le uova con lo zucchero fino a farle diventare un composto gonfio e spumoso. Aggiungete il burro sciolto, la farina ed il lievito setacciati ed infine qualche cucchiaio di sciroppo (ve l'avevo detto di non buttarlo...). Versate il composto nello stampo sbattendolo leggermente sul piano di lavoro in modo che penetri bene tra le fessure delle fette d'ananas.
Infornate a 170° per una mezz'oretta (vale come sempre la prova stecchino)
A questo punto non vi resterà che sformare la torta rovesciandola sul vassoio e spolverizzarla, una volta fredda, con dello zucchero a velo.


E come sempre, buon appetito ;)

mercoledì 12 ottobre 2011

Pesto di melanzane

Ciao a tutti e buon mercoledì. Ho passato un altro fine settimana all'insegna dei dolci: sabato notte ho spento il forno alle 2.30... tanto sfinita che mi son pure dimenticata di farvi le foto!!! Poco male, ho la scusa buona per rifarli ;)
Domenica pomeriggio ero esausta. Dopo aver risistemato la cucina dopo il pranzo, non ho fatto in tempo a sdraiarmi sul divano che la piccola peste si è svegliata... finita la pacchia. Ero così nervosa per il sonno che non potevo non accendere il forno... Ho aperto la dispensa e nulla ha attratto la mia attenzione, allora sono passata al frigo della cucina e ancora il vuoto, sono scesa in lavanderia dove ho il secondo frigo e.... Tinaaaa, devo preparare una ricetta per il suo CONTEST ALLA NORMA


Al volo ho preso 3 grosse melanzane dal cassetto e sono salita di corsa in cucina.
Telefono alla mano... ho chiamato la nonna che venisse a prendere le pesti per portarli un pò al parco ;)
Tutta soletta in cucina ho preriscaldato il forno a 200°. Nel frattempo ho lavato e spuntato le melanzane, le ho tagliate a fettone grosse (all'incirca 4 cm), le ho bucherellate con i rebbi della forchetta e le ho fatte cuocere per una quarantina di minuti.
Dopo averle fatte leggermente raffreddare, le ho tagliate grossolanamente, le ho versate nel mixer e le ho frullate (buccia compresa, a me piace un sacco!). Nel tritatutto ho tritato (scusate il giro di parole) un barattolo di olive nere denocciolate, abbondante prezzemolo fresco e 3 spicchi di aglio. Ho amalgamato il tutto alla purea di melanzane aggiustando di sale e pepe e riposto il composto nei vasetti coprendo con dell'olio d'oliva.
Sapeste che buona questa cremina sul pane caldo appena sfornato.... mmmmmmmmm


... e visto che ci sono, partecipo anche al contest di Serena


mercoledì 5 ottobre 2011

Filetti di pangasio al cartoccio

Eccomi di ritorno... e finalmente non con un altro dolce!!! Ultimamente ne sto facendo davvero molti, ma oggi avevo assoluto bisogno di qualcosa di SALATO!!!
Quando Mattia mi ha chiesto, guardandomi con quegli occhioni dolci, "mi fai pesciolino!?" non ho potuto resistere... siamo corsi al supermercato ed ho comprato 4 filetti di pangasio surgelati.
Piatto davvero veloce da preparare.
Ho preriscaldato il forno a 200°. Ho appoggiato ogni filetto ancora surgelato (ormai erano le 7!!!) su di un rettangolo di carta stagnola , cosparso leggermente con sale, un filino d'olio evo, qualche cubetto di pelati ed un immancabile rametto di timo. Ho richiuso a  pacchetto ed infornato. Dopo 20 minuti ho estratto la teglia, ho aperto i cartocci eliminando l'acqua in eccesso e li ho ripassati per un altro paio di minuti in forno per farli leggermente asciugare.


Nel frattempo ho messo a cuocere a vapore nella pentola a pressione delle patate per una decina di minuti dopo il classico fischio. Le ho sbucciate, tagliate a fettone e cosparse con un'emulsione di burro (sciolto al microonde), sale e prezzemolo.
Ed ecco il piatto pronto per essere... divorato!


Come al solito, buon appetito!

martedì 4 ottobre 2011

One love

One love
One love
Let's get together and feel all right...



Quale migliore premessa per presentarvi questa torta, richiesta da una splendida mamma per la sua adorata bambina che da quando, quest'estate, è stata in Jamaica non parla d'altro!?
Ho ascoltato parecchie volte questa canzone per avere le giuste ispirazioni.... e posso proprio dire NE E' VALSA LA PENA!!! Per me è stata una grande gioia vedere gli occhi di Andreea brillare.

La base è di 3 morbidi pan di spagna rigorosamente rosso giallo e verde, con bagna di crema al whisky e latte, farcita con abbondante crema pasticcera. Per ogni strato ho usato 3 uova 150 gr di farina 150 gr di zucchero 1/3 di bustina di lievito 1/2 tazzina di latte colorato. Infornato per 25-30 minuti in forno preriscaldato a 180°. Inizialmente la torta era decisamente troppo altra, quindi ho tagliato a metà i dischi giallo e verde.


Ma ora una carrellata ai particolari...

rastaman che suona lo jambè

la palma

la spiaggia

il mare

la fonte del ritratto di Bob per cui ringrazio il mio amico Tony



Beh che ne dite?!!?!?!? Io sono molto più che soddisfatta.

Con questo dolce partecipo al contest di Barbara 

Alla prossima... ;-)